Contatori Energia Elettrica e Gas: Cosa sono, a cosa servono

Aggiornato in data
min. di lettura
Info luce gasInfo contatori luce gas

Info attivazioni luce e gas (subentro, allaccio o voltura?)

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

Servizio Gratuito
Info luce gasInfo contatori luce gas

Info attivazioni luce e gas (subentro, allaccio o voltura?)

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

Più info
Contatore Gas e Luce.
Tutto quello che bisogna sapere sul contatore gas e luce.

In questo articolo, esploreremo in dettaglio il mondo dei contatori di energia luce e gas, fornendo una panoramica completa sulle loro tipologie, sul funzionamento, sui vantaggi e gli svantaggi, nonché sulle normative che ne regolamentano l'installazione e l'utilizzo.

Nel contesto dell'attuale panorama energetico, dove la sostenibilità e l'efficienza sono al centro delle discussioni, i contatori di energia per luce e gas giocano un ruolo fondamentale nel monitoraggio e nella gestione dei consumi energetici. Questi dispositivi, presenti in quasi ogni casa e azienda, svolgono il compito cruciale di misurare l'energia consumata, fornendo dati essenziali per la tariffazione e per la valutazione delle prestazioni energetiche. 

Nell'ambito di questo articolo, esploreremo in dettaglio il mondo dei contatori di energia, fornendo una panoramica completa sulle loro tipologie, sul funzionamento e sulle normative che ne regolamentano l'installazione e l'utilizzo.

Chi è il proprietario dei contatori di energia? 

I contatori di energia per luce e gas sono generalmente di proprietà delle aziende fornitori di energia o delle società di distribuzione energetica. Queste aziende sono responsabili dell'installazione, della manutenzione e della gestione dei contatori, nonché della raccolta e dell'elaborazione dei dati relativi ai consumi energetici dei clienti.

Tuttavia, è importante notare che, anche se i contatori sono di proprietà delle società energetiche, i consumatori sono responsabili dell'utilizzo e della corretta gestione degli stessi. Ciò significa che i consumatori devono consentire l'accesso ai tecnici per l'installazione e la manutenzione dei contatori e devono essere consapevoli dei propri consumi energetici per poter effettuare una gestione efficiente dell'energia. 

In alcuni casi, soprattutto con l'avvento dei contatori intelligenti, i consumatori possono avere un ruolo più attivo nella gestione dei propri contatori e dei relativi dati di consumo, consentendo loro di monitorare e ottimizzare i propri consumi energetici in tempo reale.

Tipologie di contatori

Le tipologie di contatori di energia per luce e gas possono variare in base a diversi fattori, tra cui il tipo di energia misurata, la tecnologia utilizzata e le funzionalità specifiche. Ecco una panoramica delle principali tipologie di contatori:

Contatori di energia elettrica:

  • contatori elettromeccanici: questi sono i contatori tradizionali che utilizzano un sistema di rotazione magnetica per misurare l'energia elettrica consumata;
  • contatori elettronici: questi contatori utilizzano circuiti elettronici per misurare e registrare l'energia elettrica consumata in modo più preciso rispetto ai contatori elettromeccanici.

Contatori gas:

  • contatori volumetrici: questi contatori misurano il volume di gas che passa attraverso il contatore e lo convertono in unità di energia, come kilowattora (kWh) o megajoule (MJ);
  • contatori di gas a membrana: utilizzano una membrana elastica che si espande e si contrae in risposta al flusso di gas, registrando il volume di gas consumato.

Contatori intelligenti:

  • questi contatori sono dotati di tecnologie avanzate, come la connettività Internet e la capacità di comunicare con la rete elettrica o del gas. Possono fornire funzionalità come la lettura remota dei consumi, la tariffazione dinamica e la gestione attiva dei carichi.

Contatori di energia termica:

  • utilizzati principalmente nei sistemi di riscaldamento centralizzato, misurano l'energia termica fornita agli edifici in forma di acqua calda o vapore.

Contatori di energia solare:

  • utilizzati per monitorare la produzione e il consumo di energia solare in impianti fotovoltaici domestici o commerciali.

Contatori di energia per uso industriale:

  • progettati per misurare consumi energetici su larga scala, come quelli utilizzati nelle industrie manifatturiere o nei grandi impianti.

Queste sono solo alcune delle tipologie più comuni di contatori di energia per luce e gas. La scelta del tipo di contatore dipende spesso dalle esigenze specifiche dell'utente, dalle caratteristiche dell'impianto e dalle normative locali.

Tutto sui contatori di energia elettrica

Il contatore di energia elettrica è un dispositivo utilizzato per misurare la quantità di energia elettrica consumata in un dato periodo di tempo. È un componente essenziale nei sistemi di distribuzione dell'energia elettrica e viene installato presso le residenze, le aziende e le strutture industriali per monitorare e registrare i consumi energetici.

Esistono principalmente due tipi di contatori di energia elettrica: contatori elettromeccanici e contatori elettronici. Vediamoli nel dettaglio.

  • Contatori elettromeccanici:
  • questi contatori utilizzano un disco rotante all'interno di un campo magnetico generato dalla corrente elettrica che passa attraverso il contatore;
  • il disco ruota proporzionalmente alla quantità di energia elettrica consumata. Più energia viene consumata, più velocemente ruota il disco;
  • un dispositivo di registrazione collegato al disco conta le rotazioni e calcola l'energia consumata in base alla velocità di rotazione del disco;
  • i contatori elettromeccanici sono stati a lungo il tipo più comune di contatore di energia elettrica e sono noti per la loro robustezza e affidabilità.
  • Contatori elettronici:
  • questi contatori utilizzano circuiti elettronici per misurare e registrare l'energia consumata in modo più preciso rispetto ai contatori elettromeccanici;
  • i sensori rilevano il flusso di corrente elettrica e trasmettono i dati a un microprocessore che calcola l'energia consumata;
  • i contatori elettronici possono offrire funzionalità aggiuntive, come la lettura remota dei consumi, l'archiviazione dei dati e la gestione avanzata delle tariffe.

Indipendentemente dal tipo, il contatore di energia elettrica misura l'energia consumata in unità di kilowattora (kWh) e fornisce questi dati per la tariffazione e la gestione dei consumi. I consumatori possono monitorare i propri consumi elettrici consultando il display del contatore o attraverso strumenti di visualizzazione online forniti dal proprio fornitore di energia. 

È importante notare che l'installazione, la manutenzione e la gestione dei contatori di energia elettrica sono di competenza delle aziende di distribuzione elettrica o dei fornitori di energia. I consumatori devono consentire l'accesso ai tecnici per l'installazione e la manutenzione dei contatori e devono essere consapevoli dei propri consumi energetici per effettuare una gestione efficiente dell'energia.

Tutto sui contatori di gas metano

I contatori del gas metano sono dispositivi utilizzati per misurare la quantità di gas metano consumata in un determinato periodo di tempo. Questi contatori sono essenziali nei sistemi di distribuzione del gas naturale e vengono installati presso le residenze, le aziende e le industrie per monitorare e registrare i consumi energetici. Esistono principalmente due tipi di contatori del gas metano: contatori volumetrici e contatori a membrana.

  • Contatori volumetrici:
  • i contatori volumetrici sono il tipo più comune di contatori del gas metano. Funzionano misurando il volume di gas che passa attraverso il contatore;
  • all'interno del contatore, ci sono camere di misurazione che catturano il gas in ingresso e lo misurano. Un dispositivo di registrazione registra il volume di gas consumato;
  • questo volume di gas viene quindi convertito in unità di energia, come kilowattora termici (kWh), utilizzando il potere calorifico del gas metano;
  • i contatori volumetrici sono generalmente affidabili e forniscono una misurazione accurata del consumo di gas metano.
  • Contatori a memebrana:
  • i contatori a membrana utilizzano una membrana elastica che si espande e si contrae in risposta al flusso di gas metano.
  • la membrana aziona un dispositivo di misurazione che registra il volume di gas consumato;
  • questi contatori sono meno comuni rispetto ai contatori volumetrici e sono spesso utilizzati in applicazioni industriali o in situazioni in cui è necessario misurare il flusso di gas a bassa pressione.

Indipendentemente dalla tipologia, i contatori del gas metano misurano il consumo di gas in unità di volume, come metri cubi (m³), e forniscono questi dati per la tariffazione e la gestione dei consumi. I consumatori possono monitorare i propri consumi di gas consultando il display del contatore o attraverso strumenti di visualizzazione online forniti dal proprio fornitore di gas. Come per i contatori di energia elettrica, l'installazione, la manutenzione e la gestione dei contatori del gas metano sono di competenza delle aziende di distribuzione del gas o dei fornitori di energia.

Come effettuare la cessazione amministrativa del contatore? 

La cessazione amministrativa di un contatore del gas metano può essere necessaria quando si desidera interrompere il servizio di fornitura di gas per un determinato immobile, ad esempio in caso di trasloco o di disattivazione di un impianto. Di seguito sono riportati i passaggi generali per eseguire la cessazione amministrativa del contatore:

  • contatta il fornitore di gas: la prima cosa da fare è contattare il tuo fornitore di gas. Potresti dover chiamare il servizio clienti o compilare un modulo online sul sito web del fornitore. Comunica chiaramente che desideri richiedere la cessazione amministrativa del contatore del gas metano per un immobile specifico;
  • fornire le informazioni necessarie: il fornitore di gas potrebbe richiedere informazioni dettagliate sull'immobile in cui è installato il contatore, come l'indirizzo completo, il codice POD o il codice PDR;
  • concordare una data di disattivazione: una volta ricevuta la tua richiesta, il fornitore di gas programmerà una data per la disattivazione del contatore. Assicurati di concordare una data che sia coerente con i tuoi piani di trasloco o di interruzione del servizio;
  • presenza durante la disattivazione: a seconda delle politiche del fornitore di gas, potrebbe essere richiesta la presenza di qualcuno durante la disattivazione del contatore. Assicurati di organizzare la presenza di qualcuno, se necessario, per consentire l'accesso al contatore e completare la procedura di disattivazione;
  • conferma della disattivazione: una volta completata la disattivazione del contatore, è consigliabile ottenere una conferma scritta dal fornitore di gas che attesti la cessazione amministrativa del contatore. Questo documento può essere utile per eventuali comunicazioni future con il fornitore o per risolvere eventuali controversie.

Questa procedura può essere richiesta sia dal fornitore sia da un cliente finale; se il nuovo proprietario di una casa trova le utenze attive e non ha nessuna informazione sull'intestatario precedente oppure quest'ultimo è un cliente moroso, il nuovo inquilino ha la possibilità di chiedere la cessazione.

Se sei alla ricerca di informazioni su come fare la lettura del contatore, leggi il nostro approfondimento "Lettura del contatore luce: Cos'è, Cosa Iviare e Come Fare."