Confronto Prezzi nel Mercato Libero di Luce e Gas

Info luce gasInfo contatori luce gas

Scopri le Migliori Offerte Luce&Gas di Oggi

Risparmia oltre 109 € l'anno. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Più info
Info luce gasInfo contatori luce gas

Scopri le Migliori Offerte Luce&Gas di Oggi

Risparmia oltre 109 € l'anno. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Più info
confronto prezzi luce e gas
Come confrontare le tariffe luce e gas?

Perchè confrontare i prezzi luce e gas? Per avere prezzi più bassi e convenienti! Esistono oltre 200 fornitori operanti nel mercato libero. Individuare quello con la tariffa più bassa e conveniente può aiutarti a risparmiare fino a €300 all'anno.


Perchè confrontare i prezzi di luce e gas?

Può sembrare una domanda banale, invece è molto importante riuscire a confrontare i prezzi di luce e gas per non ritrovarsi ad avere degli importi troppo alti in bolletta. Risparmiare è possibile, basta utilizzare un comparatore di prezzi come Selectra per orientarsi all'interno del mercato libero, che conta più di 200 fornitori. Oppure è possibile farsi un'idea dei prezzi sul sito di ARERA, l'Autorità di Regolazione per l'Energia e l'Ambiente, che ogni 3 mesi riorganizza i prezzi luce e gas del mercato tutelato, aggiornando il valore dell'energia elettrica e del metano in base al costo all'ingrosso. Ricorda che se sei cliente del mercato libero e la tua tariffa risulta essere superiore rispetto al prezzo stabilito da ARERA nel mercato tutelato, puoi sicuramente trovare qualche offerta più vantaggiosa da un altro fornitore operante nel libero.

In previsione degli attuali rincari delle bollette, causati anche dal conflitto che sta avvenendo fra Russia e Ucraina, è bene sapere come muoversi per risparmiare qualcosa sulle bollette, evitando di essere colti impreparati. Nel secondo trimestre Nomisma Energia (società indipendente di ricerca in campo energetico e ambientale) ha previsto aumenti del 2% per il gas e del 20% per luce, che andranno ad inasprirsi nel terzo trimestre (dal 1 luglio). I primi aumenti di luce e gas sono iniziati nel 2021 (i prezzi mensili medi del mercato all'ingrosso hanno raggiunto +500% per il gas naturale e il +400% per l’energia elettrica), per aumentare successivamente al conflitto. Il governo ha stanziato dei fondi per ridurre l'impatto dei prezzi su famiglie e imprese e anche a livello Europeo sono in previsione alcune manovre per contenere l'impennata dei prezzi. Nonostante ciò, non è ancora ben chiaro che cosa accadrà realmente.

Quello che è certo, è che il prezzo in bolletta dipenderà dall'approvvigionamento e dal costo delle stesse materie prime. E' possibile infatti che il prezzo delle materie prime all'ingrosso aumenti ancora. Il motivo di tale innalzamento dei prezzi è dovuto a:

  1. La produzione esigua di gas e la massiccia importazione
  2. La ridotta produzione di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili rispetto agli anni precedenti a causa della crisi climatica
  3. Lo squilibrio tra domanda e offerta durante la pandemia.

Attualmente il governo ha stanziato 5,8 miliardi con il Nuovo Decreto Energia e anche ARERA è intervenuta per contenere il rincaro dei prezzi. Una riflessione necessaria, che può coinvolgere tutti i privati cittadini è limitare al minimo i propri consumi; questo potrebbe giovare ai prezzi in bolletta e ridurre notevolmente gli sprechi di energia. Inoltre, se ognuno si impegna ad individuare il modo in cui impiega l'energia, sia elettrica che gas, può ridurre in modo significativo sprechi e costi.

In questa tabella ti proponiamo le offerte luce e gas più convenienti del mercato libero, per aiutarti a risparmiare sulla bolletta. Se non sei ancora cliente del mercato libero, questo è un buon momento per effettuare il passaggio dal mercato tutelato.

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti Martedì 04 Ottobre 2022
Classifica Offerta Luce Gas Spesa* €/mese
  nen energia conviene
NeN Spacial 48
Luce: 80€
Gas: 147€


02 947 587 72 Attiva online (sconto 96€) Attiva online (sconto 96€)
  offerte sorgenia
Sorgenia Next Energy Sunlight
Luce: 93,7€
Gas: 189,5€

02 947 587 72 Attiva online (sconto fino a 150€) Attiva online (sconto fino a150€)
  offerte eni gas e luce
Eni Trend Casa
Luce: 99,7 €
Gas: 204 €
02 947 587 72 Attiva online (sconto 12€) Attiva online (sconto 12€)

*La spesa mensile è stata calcolata su un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Sorgenia Next Energy Luce e Gas: sconto fino a 150€

Primo in classifica troviamo Sorgenia Next Energy Sunlight prezzo indicizzato che sfrutta la flessibilità dell'andamento del mercato, così quando il prezzo si abbassa la bolletta anche lo fa. Il prezzo di riferimento è quello del mercato all'ingrosso, il PUN della luce (prezzo unico nazionale) e il PSV del gas, ai quali Sorgenia applica una piccola fee commerciale a partire dal secondo anno.

La stima mensile indicata nella tabella è basata sulla previsione degli indici PUN e PSV per il trimestre in corso e i tre successivi stabilite dall'Autorità tramite Acquirente Unico, la società pubblica che acquista l'energia per il mercato tutelato. Al prezzo di mercato si aggiunge la fee pari a 0,020 €/kWh e a 0,30 €/Smc per il gas per il primo anno di fornitura, a partire dal secondo anno di fornitura, la fee sarà pari a 0,042 €/kWh e a 0,31 €/Smc per il gas.

Edison World Luce e Gas: sconto di 100€

La seconda offerta più conveniente di questo mese è la tariffa luce e gas di Edison a prezzo variabile, con prezzi all'ingrosso basati sull'andamento dei mercati. Il prezzo luce è indicizzato al PUN, mentre quello del gas è indicizzato al PSV. Ecco i dettagli: 

NeN Special 48 Luce e Gas: sconto € 48

Sul primo posto del podio c'è la tariffa di NeN, un nuovo fornitore che fa parte del più noto gruppo A2A. L'offerta di NeN consiste nel proporre una bolletta con un contributo fisso mensile, una sorta di rata fissa che si calcola dividendo per 12 la spesa annuale comprensiva di tutti gli oneri e le imposte. Alla fine dell'anno non è previsto alcun conguaglio, poiché NeN provvede a ricalcolare la rata mensile in base ai tuoi consumi effettivi. NeN ha una rata fissa per 12 mesi, tuttavia il prezzo dell'energia e del gas rimane bloccato per 3 anni dall'attivazione. 

Enel Energia E Light: 3 piani luce

Al terzo posto nella classifica stilata da Selectra, c'è l'offerta luce e gas di Enel E Light. Lo storico fornitore dell'energia elettrica in Italia presenta una tariffa a prezzo fisso per due anni e tre piani tariffari diversi per la luce: "Senza orari" ossia monoraria, una tariffa Bioraria e l'opzione "Notte e festivi" con il prezzo pari a zero di notte (dalle 23:00 alle 7:00 di mattina) e tutta la domenica e i festivi.

A seguito dell'introduzione dei prezzi indicizzati da parte di molti fornitori nel mercato libero, si è iniziato a parlare sempre più spesso di PUN e PSV. Anche a causa del conflitto, attualmente i fornitori del mercato libero non possono garantire un prezzo fisso per 12 o 24 mesi e per questo motivo stanno ricorrendo alla soluzione del prezzo indicizzato.

PUN e PSV ll PUN, acronimo di Prezzo Unico Nazionale, è il prezzo di riferimento dell’energia elettrica in Italia acquistata alla borsa elettrica. Il PSV o Punto di Scambio Virtuale, è il principale punto di incontro tra domanda e offerta del mercato del gas in Italia, in cui si definisce il prezzo del gas all'ingrosso. In base a questo valore i fornitori valutano il prezzo della materia prima gas da applicare ai clienti finali.

Come confrontare i prezzi di luce e gas?

E' possibile trovare difficoltà nel comparare i prezzi delle utenze, per questo motivo abbiamo preparato un utile indice con tutti i fattori da tenere in considerazione per effettuare una buona valutazione prima di sottoscrivere un contratto con un fornitore nel libero mercato.

  1. I tuoi consumi medi (puoi trovarli indicati sulle tue bollette)
  2. Il costo della componente energia e cioè il prezzo in €/kWh per l’elettricità e €/Smc per il gas metano
  3. Tasse e oneri statali (costi fissi)
  4. Il costo dell'energia che influenza il prezzo della materia prima
  5. Le offerte in base alla fascia oraria e ai giorni di consumo (la differenza, ad esempio, tra fasce monorarie, biorarie e/o multiorarie con differenze relative a giorni della settimana e orari diurni e notturni)
  6. La potenza del contatore (per un cliente domestico può andare da un minimo di 1,5 kW a un massimo di 6 kW a seconda delle esigenze)
  7. Il tipo di prezzo che viene applicato (la differenza che c'è tra il prezzo bloccato dei fornitori del mercato libero, che varia in base all'andamento dei prezzi sul mercato dell'energia, e invece quello regolato da ARERA che cambia ogni 3 mesi)
  8. Le offerte con domiciliazione bancaria delle utenze sono legate a particolari sconti. Vengono proposti da ogni singolo fornitore in maniera del tutto libera e differente
  9. Le offerte con energia proveniente da fonti rinnovabili (con le offerte green molti fornitori assicurano sconti e incentivi ai propri clienti)
  10. Il prezzo dell'offerta (se è fisso o variabile)

Come scegliere le tariffe più convenienti?

Puoi confrontare le offerte energia del mercato libero, prendendo come riferimento il prezzo di luce e gas stabilito dall'Autorità. Sono cioè le tariffe ARERA che indicano il prezzo di luce e gas (deciso ogni 3 mesi dall'Autorità per l'Energia) all'interno del mercato tutelato. Ad ogni modo, non esiste una risposta univoca su quale sia il miglior fornitore in assoluto per luce e gas. I parametri variano in base alle esigenze di ogni singolo cliente, complici anche alcuni fattori come:

  • La grandezza dell'abitazione
  • Il numero di persone che la abitano
  • Le ore in cui viene consumata più energia e la quantità del consumo

Per orientarti nella spesa, puoi iniziare individuando la fascia oraria. Le fasce orarie sono 4, ognuna di esse corrisponde ad una parte del giorno e ad ogni fascia si riferisce il consumo elettrico.

  1. F0: tariffa monoraria, in cui il prezzo dell'energia è lo stesso per tutte le 24 ore
  2. F1: mattina (ore diurne, dalle 8:00 di mattina alle 19:00 dal lunedì al venerdì, festività nazionali escluse)
  3. F2: sera
  4. F3: notte e festivi

Di solito, tra le fasce F2 e F3 non c'è grande differenza e vengono accorpate in una sola, F23 (dalle 19:00 alle 8:00 dei giorni infrasettimanali, compresi sabato, domenica e i giorni festivi). Le fasce più economiche sono quelle serali, notturne e festive (F23) questo perchè il prezzo dell'energia, comprato all'ingrosso, varia di ora in ora in base a molti fattori, tra i quali la richiesta di energia. Di giorno la richiesta di energia elettrica è maggiore rispetto alla sera poichè ci sono tantissime attività che ne richiedono un massiccio utilizzo. In virtù di ciò, il prezzo dell'energia (Prezzo Unico Nazionale, PUN) è maggiore di giorno e minore di notte, quando la richiesta di energia è più bassa. La tariffa monoraria è indicata per chi consuma energia elettrica durante tutto il giorno, a prescindere dall'orario. Nella tariffa bioraria invece, il prezzo cambia in base alle fasce orarie F1 e F23. E' perfetta per chi consuma più energia nelle ore serali e durante i week end. Se non sai quale tariffa faccia al caso tuo puoi consultare i dati sulla tua bolletta alla voce "Consumi fatturati e dettaglio letture", in cui troverai i tuoi consumi suddivisi per fasce orarie.

Come cambiare fornitore?

Se sei un cliente del mercato tutelato (o mercato di maggior tutela), per fare il passaggio al mercato libero luce e gas non dovrai far altro che sottoscrivere un contratto di fornitura con un'azienda operante nel settore. Attualmente sono i fornitori energetici a occuparsi di ogni aspetto del passaggio, come la disdetta dalla precedente azienda. Solitamente in meno di un mese arrivano le bollette della nuova società, così puoi concludere ufficialmente il procedimento di passaggio.

Ricorda che cambiare fornitore non ha nessun costo, inoltre sarà il nuovo fornitore ad occuparsi di tutto, inviando le dovute comunicazioni al vecchio fornitore che procederà alla fatturazione della bolletta di chiusura. Non avverrà nessuna interruzione energetica al passaggio da un fornitore ad un altro, anche se fossi già cliente del libero e volessi cambiare tariffa all'interno dello stesso mercato. Non sarà effettuato nessun intervento tecnico sul contatore, sarà compito del nuovo fornitore di occuparsi di tutte le pratiche amministrative. Qualunque promozione tu decida di scegliere, per sottoscriverla ti bastano:

  1. I dati anagrafici dell'intestatario, come nome, cognome, codice fiscale
  2. Il codice POD in caso dell'utenza luce e il codice PDR in caso di utenza gas
  3. Indirizzo di fornitura e di fatturazione (nel caso siano diversi, se no è valido quello di fornitura
  4. L'indirizzo email e il numero di telefono
  5. L'IBAN in caso di domiciliazione bancaria con addebito diretto su conto corrente.

Per approfondire il tema puoi visitare gli articoli dedicati che ti segnaliamo: "Passaggio Mercato Libero 2024: Quando e Come Cambiare Fornitore" e "Mercato Libero Luce e Gas: Perché è Stato Rinviato al 2024?".

Aggiornato in data