Quanto costa un kWh di energia con Servizio Elettrico Nazionale?

Aggiornato in data
min. di lettura
tariffe 2022
Qual è il costo kWh del Servizio Elettrico Nazionale (maggior tutela del Gruppo Enel)?

Servizio Elettrico Nazionale è il principale fornitore del mercato tutelato italiano. Quanto costa l'energia elettrica in €/kWh con questo fornitore nel 2024? Scopri le tariffe luce ed il costo dell'energia con SEN.

Chi è Servizio Elettrico Nazionale e quali rapporti ha con Enel? Quanto costa l'energia con questo fornitore e chi stabilisce le Tariffe? In questo articolo trovi tutte le risposte a queste domande e tante altre informazioni utili per scegliere il fornitore giusto e risparmiare sulla bolletta! 

Quanto costa l'energia elettrica nel 2024?

Il Costo dell'energia elettrica, espresso in €/kWh (euro per kilowattora) per i clienti del mercato tutelato come quelli di Servizio Elettrico Nazionale, viene definito da ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) che tra i suoi compiti ha anche quello di stabilire e aggiornare ogni 3 mesi le tariffe degli operatori del servizio di maggior tutela. 

In questo trimestre del 2022 il costo dell'energia con Servizio Elettrico Nazionale, come per tutti gli altri operatori del mercato tutelato, è pari a 0,122 €/kWh con tariffa monoraria (F0)

Il costo dell'energia contribuisce in maniera rilevante al totale della bolletta della luce, anche se non è l'unica voce di spesa. Ecco quali sono le voci di spesa che troverai in bolletta: 

  1. Spesa per la materia prima energia: costo dell'energia in €/kWh, che può essere differenziato per fasce orarie oppure unico tutto il giorno;
  2. Spesa per il trasporto e la gestione del contatore: copre i costi di tutte le attività di consegna ai clienti finali dell'energia elettrica; 
  3. Spesa per gli oneri di sistema: copre i costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema elettrico, compresi quelli per finanziare le energie rinnovabili. Al momento sono state azzerate per fronteggiare l'aumento dei costi dell'energia;
  4. Imposte: voci relative all’imposta di consumo (accisa) e all'imposta sul valore aggiunto (IVA).
Voci di spesa energia elettrica III trimestre 2022 (dal 1° luglio al 30 settembre)
Voce di spesa% sul totale bollettacent di €/kWh*
Materia prima energia79,7%33,08 
Trasporto e gestione contatore9,3%3,85
Oneri di sistema0%0
Imposte11%4,58

*La spesa è stimata sul cliente tipo: una famiglia che ha una tariffa "domestico residente", 3kW di potenza impegnata e un consumo annuo di 2.700 kW

Quale tariffa scegliere per la luce?

Il prezzo dell'energia nel mercato tutelato viene definito ed aggiornato da ARERA ogni trimestre (mentre per i clienti non domestici può variare di mese in mese), è composto a sua volta da due voci: 

  • quota fissa: espressa in € all'anno, che si paga per avere un punto di consegna attivo, anche in assenza di consumo e qualunque sia la potenza impegnata del contatore elettrico; 
  • quota energia: espressa in € al kWh, e può avere un prezzo differenziato per fasce orarie. 

Le fasce orarie sono periodi di tempo ai quali corrispondono diversi prezzi dell'energia. La tariffa monoraria (F0) prevede l'applicazione dello stesso prezzo per tutta la giornata; la tariffa bioraria prevede l'applicazione di due prezzi diversi in fascia F1 (da lunedì a venerdì, dalle 8.00 alle 19.00, escluse le festività nazionali) ed un prezzo più basso in fascia F23 (da lunedì a venerdì, dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00, escluse le festività nazionali; sabato, dalle 7.00 alle 23.00, escluse le festività nazionali).

Tariffe ARERA 2024 (bioraria e monoraria)
Fascia OrariaTariffe
Tariffa Luce Monoraria F00,122 €/kWh
Tariffa Luce Bioraria F10,083 €/kWh
Tariffa Luce Bioraria F230,081 €/kWh

Tariffa mono o bioraria? In generale la tariffa monoraria è più consigliata a chi passa molto tempo in casa, mentre la bioraria che consente di risparmiare nelle fasce serali e nel week end è indicata a coloro che vivono la casa in questi orari. Tuttavia nulla vieta di scegliere una di queste tariffe ed adeguare i tuoi consumi di conseguenza, avendo cura di utilizzare l'energia elettrica negli orari in cui costa meno.

Differenze Servizio Elettrico Nazionale ed Enel Energia

Servizio Elettrico Nazionale è l'azienda del Gruppo Enel che si occupa di fornire energia elettrica ai clienti che sono ancora nel regime di maggior tutela, mentre Enel Energia è fornitore del Gruppo che opera nel mercato libero. La differenza principale sta proprio nelle tariffe: i fornitori del mercato libero possono decidere quale prezzo dell'energia applicare e farsi concorrenza, mentre quelli del mercato tutelato sottostanno alle decisioni di ARERA. 

Differenze Servizio Elettrico Nazionale ed Enel Energia
Servizio Elettrico NazionaleEnel Energia
servizio elettrico nazionale
enel energia
  • Il prezzo dell'energia viene stabilito da ARERA e cambia ogni 3 mesi,
  • Possibilità di scelta tra una tariffa monoraria o bioraria
  • Non sono previste promozioni e programmi fedeltà dedicati ai clienti
  • Non è possibile sottoscrivere contratto gas (solo fornitura di energia elettrica)
  • Il prezzo dell'energia è scelto dal fornitore con il criterio della libera concorrenza
  • Possibilità di scegliere tra Offerte a prezzo fisso (bloccato per 12 o 24 mesi)
  • Offerte con sconti, premi e promozioni, oltre che servizi aggiuntivi (gratis o pagamento)
  • Possibilità di sottoscrivere contratti dual fuel (luce e gas)

Puoi passare da Servizio Elettrico Nazionale ad Enel Energia in qualsiasi momento e senza costi aggiuntivi. L'operazione di cambio fornitore infatti è sempre consentita, anche se operano in due mercati diversi. Per farlo ti basta contattare il nuovo fornitore che si occuperà di ogni cosa, senza interruzioni nell'erogazione dell'energia elettrica.

Servizio Elettrico Nazionale chiude? 

La risposta è "Sì", anche se non è ancora certo quando. Servizio Elettrico Nazionale, come tutti gli altri operatori del mercato tutelato (Servizio Elettrico Roma, Bolletta Elettrica Transitoria, etc.) è destinato a chiudere. La fine del mercato tutelato, dopo essere stata più volte rimandata, è adesso prevista a luglio 2024. Tuttavia potrebbe essere nuovamente rinviata per dare ai clienti il tempo necessario di scegliere in autonomia un fornitore del mercato libero. Ecco quali sono le scadenze del servizio di maggior tutela previste o già superate per le varie tipologie di clienti: 

  • 1 gennaio 2021: fine servizio di maggior tutela per la fornitura di energia elettrica delle piccole imprese e delle microimprese con potenza impegnata superiore a 15 kW;
  • 1 gennaio 2023: fine servizio di maggior tutela per la fornitura di energia elettrica delle altre microimprese;
  • 1 gennaio 2023: fine servizio di maggior tutela per la fornitura di gas metano delle famiglie; 
  • 10 gennaio 2024: fine servizio di maggior tutela per la fornitura di energia elettrica delle famiglie.

Chi non effettua il passaggio al mercato libero entro questa data non sarà sottoposto a multe o sanzioni, ma dovrà accettare la fornitura che gli viene assegnata, scelta tramite bando pubblico regionale, rischiando di pagare di più per luce e gas. Il mercato libero infatti mette a disposizione moltissime offerte tra cui scegliere, con servizi aggiuntivi, sconti e promozioni. 

 

Sempre più famiglie e imprese passano al mercato libero: nel settore elettrico il 59,7% delle famiglie (+ 2,4% in sei mesi) e il 70,4% delle imprese (+2,4%), nel settore gas il 62,0% dei clienti domestici (+1,8%) e il 71,3% dei condomini (+1,4%) uso domestico con consumi inferiori ai 200.000 Smc.

Fonte Dati: ARERA, Comunicato Stampa 3 febbraio 2022

 

Come passare al mercato libero

Il Servizio di maggior tutela è destinato a finire. Chi non ha ancora scelto un fornitore del mercato libero ha tempo fino a luglio 2024 per cambiare fornitore, se aspetta oltre questa data gli verrà assegnato uno provvisorio, scelto tramite gara pubblica. Se sei ancora cliente del mercato tutelato, non aspettare oltre: confronta le offerte dei tanti fornitori del mercato libero e scegli quella che può farti risparmiare. Ecco quali sono le 3 migliori offerte luce e gas del mese.

💡Le migliori offerte di luce e gas più convenienti del

Special 12 Luce e Gas
4,6 / 5  (79 voti)
Scade il 15/07/2024
125,3
€/mese 
Luce: 47,5 €/mese
Gas: 77,8 €/mese
4,6 / 5  (79 voti)
Sconto 24€ in bolletta.

Offerta: SPECIAL 12 LUCE E GAS

Sconto 24€ in bolletta.
Scade il 15/07/2024
  • Offerta fissa
  • Prezzo luce: 0,143 €/kWh
  • Prezzo gas: 0,49 €/Smc
  • Quota fissa: Luce 5 €/mese, Gas 5 €/mese
  • Condizioni economiche
Next Energy Sunlight Luce e Gas
4,5 / 5  (118 voti)
Scade il 18/07/2024
127,5
€/mese 
Luce: 45,3 €/mese
Gas: 82,2 €/mese
4,5 / 5  (118 voti)
Sconto: 60€ + 90€ se aggiungi anche la fibra.

Offerta: NEXT ENERGY SUNLIGHT LUCE E GAS

Sconto: 60€ + 90€ se aggiungi anche la fibra.
Scade il 18/07/2024
  • Offerta indicizzata
  • Prezzo luce: PUN + 0,01 €/kWh
  • Prezzo gas: PSV + 0,1 €/Smc
  • Quota fissa: Luce 7,1 €/mese, Gas 8,6 €/mese
Next Energy Smart Luce e Gas
4,5 / 5  (118 voti)
Scade il 18/07/2024
128
€/mese 
Luce: 45,5 €/mese
Gas: 82,5 €/mese
4,5 / 5  (118 voti)
60€ di sconto + 90€ se aggiungi anche la fibra.

Offerta: NEXT ENERGY SMART LUCE E GAS

60€ di sconto + 90€ se aggiungi anche la fibra.
Scade il 18/07/2024
  • Offerta fissa
  • Prezzo luce: 0,112 €/kWh
  • Prezzo gas: 0,495 €/Smc
  • Quota fissa: Luce 12 €/mese, Gas 12 €/mese
  • Condizioni economiche

La bolletta mensile è calcolata con un consumo di 1800 kWh e 800 Smc e include eventuali sconti previsti dall'offerta, imposte e IVA; per le tariffe indicizzate è usata una stima del prezzo PUN (luce) e del PSV (gas) del prossimo anno pubblicato dall'Autorità.