Quando Si Passerà al Mercato Libero?

Aggiornato in data
min. di lettura

Cambia fornitore prima della fine del Mercato Tutelato!

Cambia fornitore prima della fine del Mercato Tutelato!

quando si passa al mercato libero?
come passare al libero mercato

Da luglio 2024 il mercato di maggior tutela scomparirà gradualmente. Vediamo che cosa comporta la fine del mercato tutelato e come passare al mercato libero.

Perchè Termina il Mercato Tutelato?

Il mercato tutelato termina a seguito del processo di liberalizzazione del mercato, che in Italia ha avuto inizio nel 1999 col Dl. n. 79 del 16 marzo, meglio conosciuto come decreto Bersani. Questo ha proposto e dato vita ad un libero mercato che negli anni successivi ha gradualmente permesso la liberalizzazione delle attività di produzione, importazione, esportazione, acquisto e vendita di energia elettrica, fino ad arrivare, nel 2007, alla sua completa liberalizzazione. Oggi il cliente finale può scegliere la tariffa, l'offerta e il fornitore che preferisce in base alle sue abitudini e alle sue esigenze.

A seguito del Ddl Concorrenza, il mercato tutelato verrà totalmente e gradualmente abolito; rimarrà solo il mercato libero, più dinamico e concorrenziale. Per passare dal mercato tutelato a quello libero ti basta scegliere il tuo nuovo fornitore nel libero mercato (ci sono oltre 200 fornitori energetici con cui puoi stipulare un contratto) e sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura. Grazie alla sottoscrizione di un nuovo contratto, verrà rescisso quello attualmente attivo nel mercato tutelato. Questo avverrà senza che tu debba subire interruzioni di corrente o interventi sul contatore.

Quando Si Passerà al Mercato Libero?

Il mercato libero esiste già da tempo e se hai necessità puoi passare da un fornitore del mercato libero o tutelato ad un nuovo fornitore nel libero quando vuoi. Ricorda solo che la scadenza ultima è il 2024. Dal 2023 è previsto un periodo transitorio, utile a coloro che sono ancora in Regime di Maggior Tutela. Questa modalità garantisce a tutti coloro che non sono ancora passati dal mercato tutelato a quello libero, le stesse condizioni offerte dal mercato di maggior tutela (tariffa attuale bloccata) fino alla scadenza nel 2024.

Funziona così: chi non è passato al libero mercato entro il 2024 affronterà un periodo transitorio di circa 6 mesi in cui i clienti domestici verranno assegnati a un fornitore provvisorio (probabilmente sarà lo stesso del tutelato). In questo modo il cliente avrà la possibilità di passare al mercato libero, senza subire more o sottoscrivere vincoli contrattuali onerosi. Questo passaggio automatico a un'azienda provvisoria potrebbe però non essere così vantaggioso per l'utente, perchè non potrà scegliere la tariffa più conveniente per lui, ma verrà definita dal fornitore.

Che Cosa Accade se Non Passi al Mercato Libero Dopo la Scadenza?

Non esistono multe o sanzioni applicabili a chi non effettua il passaggio dal mercato tutelato a quello libero, né si è obbligati per legge a transitare. Quello che c'è da sapere è che il mercato di maggior tutela sta progressivamente sparendo, pertanto chi alla scadenza non avrà effettuato il passaggio entrerà in un processo di transizione ancora del tutto da definire.

Al momento, per chi vuole mantenere le condizioni contrattuali e l'andamento del prezzo energia indicizzato, ha la possibilità di scegliere una promozione PLACET che presenta le stesse caratteristiche del mercato tutelato ma è proposta dal fornitore nel mercato libero. Non può accadere che, chi non sarà ancora passato dal mercato tutelato a quello libero al termine della scadenza, rischi di trovarsi senza fornitore. Come abbiamo detto in precedenza, inizierà un processo di transizione per accompagnare tali clienti con consapevolezza verso il mercato libero (vedi il Servizio a Tutele Graduali creato per le PMI).

Che cos'è l'offerta PLACET? Le offerte PLACET mantengono prezzi standard stabiliti dal fornitore, a condizioni contrattuali definiti dall'ARERA e prevedono solo la formula energia. Sono offerte ibride, che hanno l'obiettivo di accompagnare le famiglie e le microimprese a transitare dal mercato di maggior tutela a quello libero.

Come Avverrà il Passaggio dal Mercato Tutelato al Libero?

Attualmente le aziende di grandi dimensioni sono già passate al libero mercato da gennaio 2021, per cui il provvedimento riguarda i clienti domestici e le micro imprese (aziende con meno di 10 impiegati e con un fatturato annuo inferiore ai 2 milioni di €).

Passaggio mercato libero data: aziende e privati
UTENTECARATTERISTICHESCADENZA MERCATO TUTELATO
Aziende di piccole e medie dimensioni (PMI)
  • Tra 10 e 50 dipendenti
  • Fatturato annuo tra 2 e 10 milioni di euro
  • Potenza impegnata oltre i 15 kW
gennaio 2021
Microimprese, clienti domestici e partite IVA
  • Famiglie
  • Associazioni
  • Microimprese
  • Utenti singoli
luglio 2024

Come Passare al Mercato Libero?

Passare al mercato libero è semplice: ti basta confrontare le promozioni e tariffe disponibili tra i fornitori, scegliere quella che si addice meglio alle tue esigenze e sottoscriverla. Passare al libero mercato è sempre gratuito, non comporta interventi tecnici sul contatore né sull'impianto. Dalla sottoscrizione dell'offerta ti arriveranno le bollette del nuovo fornitore in automatico, non dovrai recarti in nessuno sportello, metterti in fila o avere a che fare con la burocrazia. Potrai effettuare il passaggio in maniera comoda e gratuita e cambiare fornitore o offerta senza dover pagare penali o disdette. Per sottoscrivere la promozione ti sarà sufficiente comunicare al fornitore scelto alcuni dati:

  • Nome, cognome, codice fiscale dell'intestatario delle utenze;
  • Il codice POD in caso dell'utenza luce e il codice PDR in caso di utenza gas (li trovi nella tua bolletta);
  • Indirizzo di fornitura e di fatturazione (nel caso siano diversi, se no è valido quello di fornitura);
  • L'indirizzo e-mail e il numero di telefono;
  • L'IBAN in caso di domiciliazione bancaria con addebito diretto su conto corrente (ti evita la consegna del deposito cauzionale).

Le Offerte Più Convenienti del Mercato Libero

Conoscere il mercato libero e i suoi fornitori (sono oltre 200!), è importante. In questo modo puoi comparare fra loro le offerte, decidere quella che ti conviene di più e capire se quel fornitore fa al caso tuo. Per chi è ancora cliente del mercato tutelato, esistono anche delle offerte create ad hoc, proposte dai principali fornitori del mercato libero. Le tariffe più convenienti, di solito, sono riservate ai nuovi clienti, prevedono la domiciliazione su conto corrente e la bolletta digitale. Vediamo insieme la classifica di Selectra riguardo alle offerte più vantaggiose del mercato libero di luce e gas.

💡Le migliori offerte di luce e gas più convenienti del 21 giugno 2024

Next Energy Sunlight Luce e Gas
4,5 / 5  (118 voti)
Scade il 27/06/2030
124,2
€/mese 
Luce: 43,4 €/mese
Gas: 80,8 €/mese
4,5 / 5  (118 voti)
Sconto: 60€ + 90€ se aggiungi anche la fibra.

Offerta: NEXT ENERGY SUNLIGHT LUCE E GAS

Sconto: 60€ + 90€ se aggiungi anche la fibra.
Scade il 27/06/2030
  • Offerta indicizzata
  • Prezzo luce: PUN + 0,01 €/kWh
  • Prezzo gas: PSV + 0,1 €/Smc
  • Quota fissa: Luce 7,6 €/mese, Gas 9,5 €/mese
  • Condizioni economiche
Special 36 Luce e Gas
4,6 / 5  (77 voti)
Scade il 24/06/2030
125,3
€/mese 
Luce: 47,5 €/mese
Gas: 77,8 €/mese
4,6 / 5  (77 voti)
Sconto 72€ in bolletta.

Offerta: SPECIAL 36 LUCE E GAS

Sconto 72€ in bolletta.
Scade il 24/06/2030
  • Offerta fissa
  • Prezzo luce: 0,143 €/kWh
  • Prezzo gas: 0,49 €/Smc
  • Quota fissa: Luce 5 €/mese, Gas 5 €/mese
  • Condizioni economiche
Next Energy Smart Luce e Gas
4,5 / 5  (118 voti)
Scade il 27/06/2030
126,3
€/mese 
Luce: 44,9 €/mese
Gas: 81,4 €/mese
4,5 / 5  (118 voti)
60€ di sconto + 90€ se aggiungi anche la fibra.

Offerta: NEXT ENERGY SMART LUCE E GAS

60€ di sconto + 90€ se aggiungi anche la fibra.
Scade il 27/06/2030
  • Offerta fissa
  • Prezzo luce: 0,115 €/kWh
  • Prezzo gas: 0,48 €/Smc
  • Quota fissa: Luce 12 €/mese, Gas 12 €/mese
  • Condizioni economiche

La bolletta mensile è calcolata con un consumo di 1800 kWh e 800 Smc e include eventuali sconti previsti dall'offerta; per le tariffe indicizzate è usata una stima del prezzo PUN (luce) e del PSV (gas) del prossimo anno pubblicato dall'Autorità.

Quali Sono i Vantaggi di Passare al Mercato Libero

Il passaggio al mercato libero ha numerosi vantaggi per l'utente e per le aziende:

  • Promozioni convenienti, grazie alla maggiore competitività tra i fornitori, che stabiliscono il costo energia in modo indipendente (possibilità di scegliere tra tariffe prezzo fisso o variabile);
  • I servizi aggiuntivi come i programmi fedeltà, gli sconti e gli omaggi;
  • Il prezzo bloccato (in alcuni casi, dopo l'aumento dei prezzi molti più fornitori offrono offerte a prezzo variabile). Nel mercato tutelato la componente energia viene ricalcolata ogni tre mesi secondo l'andamento del mercato;
  • La possibilità di usufruire di un solo fornitore per luce e gas.

Vediamo le differenze tra mercato libero e mercato tutelato.

Il mercato libero (tra i fornitori ci sono: Enel mercato libero, Acea, Sorgenia, NeN, ecc.) offre ai propri clienti:

  • Tariffe stabilite dal singolo fornitore;
  • Tariffe bloccate da 1 a 2 anni, indicizzate e variabili;
  • Possibilità di confrontare i fornitori tra loro;
  • Servizi aggiuntivi e/o promozioni;
  • Servizio clienti online o via app.

Il mercato tutelato, o mercato di maggior tutela, propone prezzi imposti da ARERA (l’Autorità per l’Energia). Tra i fornitori del mercato tutelato ci sono: Servizio Elettrico Nazionale (mercato tutelato Enel), Servizio Elettrico Roma, Acel Energie, Bolletta Elettrica Transitoria, ecc. Il mercato di maggior tutela offre ai propri clienti:

La differenza principale tra mercato libero e mercato tutelato sta nella tipologia delle tariffe offerte. Il mercato libero propone prezzi stabili e concorrenziali, quello tutelato stabilisce dei prezzi imposti e fissi, che variano ogni 3 mesi. Quello che conviene sapere è che da luglio 2024 il mercato tutelato sparirà, cedendo per intero il posto al mercato libero. Questo, grazie all'emendamento poi rifluito nel Decreto-Legge 30 dicembre 2019, n. 162 nell'art. 12. A seguito di proroghe e slittamenti si è arrivati, ad oggi, all'emendamento Milleproroghe 2021, proposto da Davide Crippa del M5S durante il governo Draghi, che ha fatto slittare la data ufficiale per la fine del mercato di maggior tutela a luglio 2024.

Questo processo avverrà in modo graduale per permettere a tutti di transitare al libero mercato secondo tempi e modalità comodi al consumatore, riducendo l’impatto iniziale per chi deve effettuare il passaggio e offrendo maggior supporto alle famiglie e piccole imprese. Il provvedimento firmato da Crippa - detto Regime Transitorio - garantisce a tutti coloro che non sono ancora passati dal mercato tutelato a quello libero, le stesse condizioni del mercato di maggior tutela fino alla data ultima di luglio 2024. Attraverso questa estensione, i clienti potranno godere di più tempo per valutare le tariffe più convenienti nel libero mercato, mantenendo bloccata la tariffa attuale.

  • Tariffe stabilite da ARERA;
  • Tariffe aggiornate ogni 3 mesi;
    • Tutti i fornitori vendono le stesse tariffe;
    • Il fornitore è vincolato al distributore elettrico di zona;
    • Assenza di servizi aggiuntivi e/o promozioni;
    • Non sempre è disponibile il servizio clienti online o via app.

Conviene Passare al Mercato Libero?

Passare al mercato libero oggi, e farlo per tempo, è una buona idea. Puoi avere tutto il tempo di valutare i vari fornitori presenti sul mercato e, dopo aver considerato le tue abitudini di consumo, ti permette di attivare una promozione con un nuovo fornitore senza pagare penali o costi di cambio gestore.

A causa dell’instabilità del settore energetico, che tra i vari fattori vede l'inizio del conflitto in Ucraina tra le cause scatenanti, molti utenti sono dubbiosi all’idea di cambiare le condizioni contrattuali della propria fornitura. A tal proposito il mercato libero ti offre la possibilità di optare per l’alternativa più personalizzata e adatta alle tue esigenze. Quindi, rispetto al mercato tutelato, puoi avere l’occasione di sottoscrivere un’offerta conveniente, in base alle tue necessità.

Come scegliere le tariffe nel mercato libero? Uno dei vantaggi del mercato libero è la personalizzazione delle tariffe, ad esempio in monoraria o bioraria nella bolletta luce. La tariffa bioraria è l’ideale per chi vive e consuma in casa solo la sera e nei weekend, in quanto divide i costi in base alle fasce orarie. Al contrario, la monoraria invece prevede un prezzo unico a prescindere dagli orari.