Enel Passaggio Obbligatorio al Mercato Libero: come funziona?

Aggiornato in data
min. di lettura
Info luce gasInfo contatori luce gas

Fine Mercato Tutelato 1 luglio 2024 per la Luce!

Non sai cosa fare? Ti aiutiamo noi! Il servizio è gratuito e senza impegno.

02 947 587 72 O Fatti richiamare gratis      
Servizio gratuito valutato valutato 4.8
Info
chiusura mercato tutelatochiusura mercato tutelato

Fine Mercato Tutelato 10 gennaio per il gas e il 1° aprile 2024 per la luce!

Non sai cosa fare? Ti aiutiamo noi! Il servizio è gratuito e senza impegno.

Fatti richiamare gratis      
Servizio gratuito valutato valutato 4.8
Più info
passare ad enel mercato libero
Come passare ad Enel Energia nel mercato libero?

Il mercato tutelato finisce il 10 luglio 2024 cosicché al termine di tale scadenza esisterá un solo tipo di mercato e cioè quello libero. Se sei ancora un cliente del mercato tutelato e vuoi conoscere i dettagli su Enel passaggio obbligatorio al mercato libero, ecco cosa dovrai fare.

Quando ci sarà il passaggio obbligatorio a Enel Mercato Libero? Il 10 luglio 2024 è previsto il termine del Servizio di Maggior Tutela, quindi il servizio di Enel Servizio Elettrico Nazionale chiuderà. Da questa data è obbligatorio il passaggio al mercato libero per tutte le utenze domestiche, in quanto per quelle business è già stato definito a gennaio 2021.

Enel passaggio obbligatorio al mercato libero scadenza: quand’è?

Il mercato tutelato finisce il 10 luglio 2024. Nonostante le numerose proroghe per adesso la data di termine per le utenze domestiche rimane fissata a questo anno. Quindi hai ancora del tempo per poterti occupare del passaggio obbligatorio.

Per il mondo delle aziende invece questo termine era fissato a gennaio 2021. Cioè tutte le utenze relative a realtà imprenditoriali tra i 10 e i 50 dipendenti e un fatturato da 2 e 10 milioni di € dovrebbero aver già effettuato il cambio. In caso contrario, stanno godendo di tariffe di tipo PLACET assegnate automaticamente.

Da quando è obbligatorio passare al mercato libero? Il percorso di liberalizzazione del mercato luce e gas ha inizio già con il Decreto Bersani o Decreto Legislativo n. 79 del 16 marzo 1999. Questo provvedimento ha rivoluzionato il settore, prevedendo una separazione societaria tra distributore e fornitore, così come un'apertura graduale al principio di libera concorrenza.

Cosa succede se non si aderisce al mercato libero?

Se non si passa al mercato libero entro la scadenza prefissata, sono previsti diversi step. Molto probabilmente ti verrà assegnato un fornitore provvisorio per 6 mesi, solitamente lo stesso che ti serviva nel mercato tutelato ma con condizioni contrattuali di tipo PLACET (cioè allineate al resto del mercato e con prezzo indicizzato).

Dopo questo periodo iniziale, che ha lo scopo di dare il tempo all'utente di effettuare il passaggio, ti verrà proposto un nuovo contratto con un altro gestore del mercato libero. Anche in questo caso la tariffa è di tipo PLACET, la più vicina alla Maggior Tutela, però il fornitore che ti verrà assegnato sarà definito tramite una gara nazionale.

Le condizioni contrattuali non potrai modificarle, però in qualsiasi momento potrai richiedere il passaggio a un altro fornitore del mercato libero. Senza costi aggiuntivi né interruzioni di servizio.

Enel Energia mercato libero: quali sono le offerte disponibili?

Se stai valutando di fare il passaggio al mercato libero da subito, puoi valutare tra le tariffe di Enel Energia quella più adatta a te. Infatti il fornitore propone diverse alternative, personalizzabili sotto diversi aspetti.

Ad esempio Enel propone alternative per il mondo business ed altre dedicate esclusivamente al mondo domestico. In più puoi scegliere tra prezzo bloccato o variabile, tra tariffa monoraria o bioraria. Inoltre puoi sempre attivare la domiciliazione bancaria o la bolletta email.

Se si parla di passare dal mercato tutelato al mercato libero, la prima offerta da prendere in considerazione è la Scegli Oggi luce, un offerta ideata proprio per i clienti del tutelato, che fa uno sconto per chi passa al libero.

Enel Energia Scegli Oggi per i Clienti del Mercato Tutelato
Nome offertaPrezzo e spesa mensileVantaggi
enel move luce e gas


Enel Energia Scegli Oggi

0,28 €/kWh
0,196€/kWh
Tariffe a Prezzo Fisso scontato del 30% per chi passa dal mercato tutelato al libero;
Energia 100% green e Bolletta web. Prezzo valido per 12 mesi!

0294758772 Prenota una Richiamata gratis

Prenota una Richiamata gratis

*Il prezzo si riferisce alla componente materia prima energia e gas (IVA e imposte escluse); il corrispettivo di commercializzazione e vendita (CCV) è pari a 12€/mese (IVA e imposte escluse). La spesa mensile è calcolata con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Se invece si preferisce avere un solo fornitore sia per la luce che per il gas, allora la scelta potrebbe ricadere sull'offerta Enel Flex, un offerta a prezzo variabile con un costo fisso bassissimo!

Enel Sempre con Te Flex Luce e Gas
Nome offertaPrezzo e spesa mensileVantaggi
Enel Flex luce e gas


Enel Sempre con Te Flex

PUN + 0,036 €/kWh
Luce 51,3 €/mese

PSV + 0,060 €/Smc
Gas 78,5 €/mese
Prezzo Variabile.
Contributo a consumo bloccato per 1 anno.
Energia 100% green e Bolletta web.

0294758772 Vai al sito

Vai al sito

Molte delle offerte Enel Energia possono essere attivate dagli utenti che provengono dal mercato tutelato. Inoltre le tariffe possono essere sottoscritte anche in casi di voltura, di subentro o di prima attivazione. Verifica questo aspetto in fase di preventivo e bozza di contratto.

Quando scade il contratto con l’Enel? La data di scadenza delle condizioni contrattuali sottoscritte dipendono da cosa prevede il singolo contratto di fornitura. Generalmente molte delle promozioni hanno una scadenza annuale o biennale, dopo la quale puoi rinnovare il contratto o decidere se cambiare fornitore.

Conviene passare al mercato libero? Le differenze

Il passaggio al mercato libero avverrà in maniera graduale per far in modo che tutti i clienti effettuino il passaggio con consapevolezza. Infatti la scadenza del mercato tutelato ha subito numerosi posticipi: inizialmente aveva il termine era fissato a giugno 2015, ma dopo numerose proroghe (come il mercato libero luce e gas rinviato al 2022) oggi la sua fine è definita ufficialmente a luglio 2024, così da consentire ai consumatori di prepararsi al meglio per il cambio.

Cosa significa però il passaggio obbligatorio al mercato libero Enel? Innanzitutto è bene specificare che i clienti possono effettuare il passaggio optando per il fornitore che preferiscono (Enel Energia, Plenitude, Sorgenia, etc. i fornitori del mercato libero sono davvero tanti). Ma quali sono le differenze tra mercato libero e tutelato: guardiamole insieme. 

Differenze tra mercato libero e mercato tutelato
MERCATO LIBEROMERCATO TUTELATO
  • È il singolo fornitore a definire costi e condizioni contrattuali della fornitura
  • Il prezzo della materia energia può essere bloccato per 12, 24 o 36 mesi oppure variabile
  • Il mercato è altamente concorrenziale, quindi la possibilità di scelta da parte del cliente è molto ampia
  • È il cliente a scegliere e personalizzare le promozioni (ad esempio con sconti, offerte, programmi fedeltà, omaggi).
  • È l'ARERA a definire la tariffa e i fornitori del tutelato la applicano senza apportare alcuna modifica
  • Il prezzo della materia energia è definito trimestralmente dall'ARERA, quindi può cambiare ogni 3 mesi
  • Il mercato è caratterizzato dalle stesse tariffe per tutti i gestori
  • Il cliente non sceglie il fornitore ma l'utenza verrà attivata con il gestore del Gruppo energetico che si occupa della distribuzione nella zona in cui vive.

Quindi i vantaggi del mercato libero sono diversi, soprattutto se paragonati al Servizio di Maggior Tutela. Infatti l'alta concorrenza porta i fornitori a proporre alternative molto differenti, che l'utente può scegliere in base alle proprie esigenze. Di conseguenza, il consumatore può scegliere il servizio migliore al prezzo più basso.

Lo sapevi che il passaggio al mercato libero è gratuito? Nella tariffa di attivazione non avrai costi di passaggio. In più potrai passare a un nuovo gestore senza interruzioni del servizio, in quanto non sono necessari lavori specifici e l'operazione di cambio fornitore è piuttosto facile.

Enel Energia passaggio obbligatorio al mercato libero: come fare?

Per passare al mercato libero e lasciare quello tutelato è sufficiente sottoscrivere una tariffa luce e gas con un altro fornitore, ad esempio Enel Energia. Infatti è il futuro gestore energetico ad occuparsi di ogni passaggio e il tuo compito sarà solo quello di firmare il contratto dopo aver inviato tutte le informazioni utili.

Il fornitore del mercato libero si occuperà della disdetta, del recesso e della comunicazione con il precedente gestore. Quindi dopo aver comparato le migliori offerte luce e gas e scelto la tariffa desiderata, non dovrai fare altro che contattare il servizio clienti e richiedere il passaggio. In questa fase ti verranno richiesti dei documenti, come:

  • I dati anagrafici dell'intestatario, come nome, cognome e codice fiscale;
  • Un documento d'identità in corso di validità;
  • Il codice POD per la luce e il codice PDR per il gas;
  • L'indirizzo di fornitura;
  • L'indirizzo di fatturazione (se diverso);
  • Un'email e un numero di telefono.

Infine, se desideri optare per la domiciliazione bancaria come metodo di pagamento, dovrai fornire il codice IBAN. In questo modo ottieni l'addebito diretto su conto corrente della bolletta ed elimini il rischio di pagare in ritardo.

Non trovi il codice POD o il codice PDR? Questi codici identificano l’utenza e puoi trovarli nella tua ultima bolletta, in prima o seconda pagina. In alternativa puoi cercare all’interno del precedente contratto o sul contatore.

Quali sono i contatti Enel Energia per effettuare il passaggio?

Se le offerte Enel Energia ti hanno convinto, non ti rimane che contattare il servizio clienti e richiedere la procedura di passaggio e attivazione. Le modalità di contatto messe a disposizione dell’utente sono molte e disparate, così da soddisfare le differenti richieste.

Tra le opzioni disponibili c’è il numero verde Enel Energia che ti permette di parlare direttamente con un operatore dell’assistenza. In alternativa puoi scegliere di fare il login all’area clienti Enel, che però è dedicata a chi ha già sottoscritto un contratto e concluso la procedura di registrazione.

  • Riassumendoli, i principali contatti Enel sono:
  • Enel Energia Numero Verde allo 800.900.860, attivo dal lunedì alla domenica dalle 7:00 alle 22:00;
  • Indirizzo email PEC di posta certificata [email protected];
  • Area Clienti enel.it/it/login;
  • App Enel Energia per App Store o Google Play Store;
  • Live Chat sul sito;
  • Contact Form sul sito.

Oltre a questi canali di contatto, Enel Energia è distribuito anche sul territorio con oltre 900 punti assistenza dedicati ai consumatori e presenti in tutta Italia. Puoi scoprire il Punto Enel più vicino a te. Inoltre è presente sui principali social network, come Twitter, Facebook, Instagram e YouTube.

Grazie all'App Pedius Enel Energia permette anche alle persone sorde di telefonare all'assistenza clienti e ottenere aiuto sulle forniture, grazie a una tecnologia di riconoscimento e sintesi vocale.

Enel Energia: l’azienda

Enel oggi è il primo Gruppo operante nel settore dell'energia elettrica in Italia, sia per il mercato libero che per quello tutelato. Le origini dell'azienda sono lontane, già nel 1962 questa realtà esisteva in Italia grazie alla nazionalizzazione del settore elettrico.

Con la privatizzazione e la liberalizzazione del mercato, Enel ha saputo cogliere ogni opportunità del settore, trasformandosi nella multinazionale che è oggi. Infatti il Gruppo Enel è presente in oltre 35 Paesi in tutto il mondo e distribuiti in 5 continenti.

Tra i risultati ottenuti ci sono i 74 milioni di clienti, i ricavi di oltre 60 milioni di euro solo nel 2020 e la produzione di 207,1 TWh di elettricità nello stesso anno. Infine l'azienda è quotata alla Borsa di Milano dal 1999 e i suoi risultati finanziari a fine 2020 sono:

  • Ricavi secondo semestre 2020: 65 milioni di euro;
  • EBITDA secondo semestre 2020: a 17,9 miliardi di euro;
  • Dipendenti al secondo semestre 2020: 66.717;
  • Clienti serviti: c.a. 74,3 milioni.

Leggi altri articoli su Enel Energia