Info luce gasInfo contatori luce gas

Info attivazioni luce e gas (subentro, allaccio o voltura?)

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

Più info
Info luce gasInfo contatori luce gas

Info attivazioni luce e gas (subentro, allaccio o voltura?)

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

Più info

Fasce orarie Acea, quali sono qual è la più vantaggiosa

Aggiornato in data
min. di lettura
fasce orarie acea
Quali sono le fasce orarie Acea Energia? Vediamolo insieme e scopri come scegliere la fascia di consumo più adatta a te.

Le fasce orarie Acea sono intervalli temporali per il consumo di energia che indicano la suddivisione della giornata in diversi momenti. Durante questi intervalli, i prezzi dell'elettricità variano a seconda della domanda e dell'offerta energetica. Tale approccio è comunemente adottato per motivare gli utenti a impiegare l'elettricità in specifici momenti, in particolare quando la richiesta di energia è ridotta e, di conseguenza, anche i costi di produzione sono minori.

Quali sono le fasce orarie?

L'ARERA ha definito delle fasce di consumo energetico, ovvero periodi specifici della giornata in cui i prezzi dell'energia variano in base all'ora di utilizzo.

Lo scopo di questa suddivisione è di incoraggiare i consumatori a spostare una parte del loro consumo energetico durante le ore di minor richiesta, aiutando così a equilibrare il carico sulla rete elettrica. Le fasce orarie della luce si categorizzano in:

Fasce orarie energia elettrica
Fascia F1Fascia F2Fascia F3Fascia F23 (o F2+F3)
Ore di punta: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19, escluse le festività nazionaliOre intermedie: la mattina dalle 7 alle 8, dal lunedì al venerdì dalle 19 alle 23, il sabato dalle 7 alle 23, escluse le festività nazionaliOre fuori punta: dal lunedì al sabato dalla mezzanotte alle 7, dal lunedì al sabato dalle 23 alla mezzanotte, e tutto il giorno durante le domeniche e i giorni festiviTutti i giorni dalle 19 alle 8, incluse domeniche e festivi, così come tutte le ore delle fasce F2 e F3

I contatori moderni sono progettati per associare un determinato prezzo all'energia consumata in una specifica fascia oraria, in base al costo dell'energia in quel lasso di tempo.

Perché i prezzi dell'energia elettrica cambiano?

I prezzi dell'energia elettrica variano principalmente a causa delle leggi di domanda e offerta. Quando la richiesta di energia è elevata, i prezzi tendono ad aumentare, mentre tendono a diminuire in periodi di minore domanda. Queste variazioni sono direttamente collegate al tasso di consumo dell'energia elettrica. Durante le ore diurne, con le industrie e le attività economiche a pieno regime, si registra un incremento significativo del consumo energetico. Al contrario, nelle ore serali e notturne, quando la maggior parte delle attività commerciali e industriali sono chiuse, il consumo di energia si riduce notevolmente. Di conseguenza, la produzione di energia nei giorni lavorativi, quando la domanda è alta, implica costi maggiori rispetto alla produzione serale o notturna, quando la domanda è generalmente più bassa. Questa dinamica spiega perché i prezzi della luce possono cambiare in base all'orario e al giorno.

Fasce orarie Acea: come risparmiare sul consumo dell'energia?

Abbiamo visto le diverse fasce orarie di Acea, ma qual è la più conveniente?

Prima di continuare, è bene specificare che esiste anche la fascia monoraria: nel contesto delle tariffe elettriche, si tratta di un modello in cui il costo dell'elettricità rimane costante per tutta la giornata e la notte, e viene chiamata F0.

In altre parole, non vi sono variazioni di prezzo a seconda dell'orario di consumo. Ciò significa che il costo per kilowattora (kWh) è invariato, a prescindere dal momento in cui l'elettricità viene utilizzata.

La fascia monoraria è spesso preferita per la sua semplicità, facilitando la comprensione delle tariffe elettriche per i consumatori. Questo sistema si adatta bene a coloro che hanno un consumo energetico costante durante tutto il giorno, senza significative fluttuazioni nei loro modelli di consumo.

Tuttavia, è importante notare che le tariffe monorarie potrebbero non promuovere la riduzione dei consumi nelle ore di punta, a differenza dei sistemi a fasce orarie, che incentivano i consumatori a spostare il consumo di energia verso le ore di minore domanda, contribuendo all'equilibrio del carico sulla rete elettrica.

Con una tariffa monoraria, il costo dell'energia rimane uguale in qualsiasi momento si consumi elettricità. Per i lavoratori, potrebbe invece risultare più conveniente scegliere una tariffa che favorisca i consumi durante la sera e i weekend, come la fascia oraria F2. Questa fascia copre periodi in cui le tariffe elettriche sono moderate, come il pomeriggio o le prime ore serali, quando la domanda di energia è bassa.

Le fasce orarie intermedie mirano a:

  • Far prendere coscienza ai consumatori del loro utilizzo energetico.
  • Aiutare a bilanciare il carico sulla rete elettrica, garantendo una fornitura di energia stabile.

Per chi lavora di notte, l'opzione multioraria, disponibile solo per i clienti del mercato libero con contatore elettrico, è la più indicata. In questo caso, i consumi sono più vantaggiosi durante la notte, con costi generalmente più bassi.

In conclusione, non esiste una fascia oraria universalmente più economica, poiché molto dipende dalla routine individuale e dalle abitudini familiari, che influenzano il consumo energetico nell'arco della giornata.

Quando consumare energia è più conveniente?

Per stabilire il momento più conveniente per consumare energia, è fondamentale consultare il proprio fornitore energetico. Questo permetterà di verificare le tariffe specifiche e le fasce orarie applicabili nella propria area. Inoltre, è utile considerare l'implementazione di strategie per l'efficienza energetica, come l'utilizzo di apparecchiature a basso consumo e migliorare l'isolamento termico della propria abitazione. Queste pratiche possono contribuire a ridurre il consumo energetico totale, rendendo più gestibile e sostenibile il proprio impiego di energia.

Fasce orarie Acea Energia: come si leggono in bolletta?

Se scegli una tariffa di Acea Energia, ti sarà utile comprendere come è organizzata la loro suddivisione in fasce. Conoscere questa struttura ti aiuterà a interpretare facilmente la tua bolletta Acea. Seguendo la tripartizione descritta in precedenza, Acea Energia stabilisce le seguenti fasce di consumo:

  • A+: Questa è l'etichetta assegnata alla fascia di consumo unica prevista dalla tariffa monoraria;
  • A1+: corrisponde alla fascia oraria F1;
  • A2+: si allinea alla fascia oraria F2;
  • A3+: in combinazione con A4+, equivale alla fascia oraria F3;
  • A4+: quando sommata ad A3+, rappresenta la fascia oraria F3.

Autolettura del contatore Acea: come si leggono le fasce orarie?

I contatori elettronici Acea di ultima generazione offrono la possibilità di registrare il consumo di energia in relazione all'orario specifico di utilizzo. È importante ricordare che, al momento di effettuare l'autolettura, è necessario annotare i consumi in conformità con la tariffa selezionata. Il contatore Acea può operare con una tariffa monoraria o a fasce. Nel primo caso, è sufficiente registrare un'unica lettura (A+), mentre nel secondo, sarà necessario annotare cinque differenti misurazioni (A+, A1+, A2+, A3+, A4+). Ecco come procedere:

Autolettura contatore Acea
🛠️A+A1+ (o A+T1)A2+ (o A+T2)A3+ (o A+T3)A4+ (o A+T4)
Monorariopremi 5 volte il tasto grigio
A fascepremi 5 volte il tasto grigiopremi 11 volte il tasto grigiopremi 12 volte il tasto grigiopremi 13 volte il tasto grigiopremi 14 volte il tasto grigio

Come comunicare l'autolettura ad Acea Energia

Puoi comunicare i dati dell'autolettura ad Acea Energia in qualsiasi momento, tramite uno dei canali che il fornitore mette a disposizione per te:

Tutte le offerte Acea Energia

Tra le numerose proposte di Acea Energia, si trovano soluzioni per luce, gas, o entrambi, sia per clienti domestici che per quelli non domestici. L'azienda si distingue anche per le sue innovative soluzioni per caldaie e climatizzatori, oltre a servizi dedicati alla mobilità elettrica. L'ampio spettro di offerte di Acea Energia si indirizza ad una clientela eterogenea, con proposte che si distinguono per il loro impatto ambientale positivo. Tra queste, spiccano le opzioni 100% ECO, nelle quali le forniture di energia elettrica e gas naturale sono sostenibili, essendo generate da fonti rinnovabili o mediante la compensazione delle emissioni di CO2. Ecco alcune delle principali offerte luce e gas Acea Energia :

Offerta Acea Flexy Web luce e gas: Prezzo, Spesa Mensile
NOME OFFERTAPREZZO e SPESA MENSILE*VANTAGGI
Acea Start Special Web LucePUN + 0,024 €/kWh
  • Prezzo all'ingrosso
  • 3 fasce orarie disponibili
  • bolletta web
  • domiciliazione bancaria
Acea Start Special Web GasPSV + 0,055 €/Smc
  • Prezzo all'ingrosso
  • bolletta web
  • 0% CO2

*I prezzi riportati riguardano la componente energia e sono espressi in €/kWh per l'energia elettrica ed €/Smc per il gas. La spesa mensile è calcolata con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Se vuoi conoscere nel dettaglio le offerte Acea Energia e le rispettive condizioni contrattuali aggiornate in tempo reale, visita il sito ufficiale del fornitore acea.it.

Stai pensando di passare ad Acea Energia? Confronta le offerte con quelle di altri fornitori del mercato libero di luce e gas, come: